Giustizia contro giustizialismo

OBIETTIVI
Fermare lo straripamento della giurisdizione

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
Va arrestato il progressivo processo di erosione del ruolo normativo del Parlamento per opera del ritenuto ruolo di supplenza che viene esercitato soprattutto dalla c.d. “magistrature superiori”

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI
Riformare la formazione dei magistrati

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
La riforma in corso della giustizia è l’occasione per porre mano a un percorso di formazione per l’accesso alla funzione giudicante, ma anche agli uffici direttivi, dei magistrati per saper coniugare la conoscenza tecnica, con la capacità di attenzione al caso concreto.

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI
Separare le funzioni e quindi le carriere

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
Prima delle decisioni relative alle richieste referendarie sulla Giustizia, il Parlamento può operare una netta distinzione fra le funzioni inquirenti e giudicanti, a tutela della centralità della persona cui tutte le fasi processuali devono essere funzionali.

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI
Non allontanare il Giudice dal “fatto”

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
La centralità della persona nel processo ha quale condizione la massima attenzione alla singola fattispecie. L’“ufficio del processo” previsto nella riforma in corso rischia di allontanare il Giudice dalla diretta conoscenza di ciascun “fatto” che gli viene sottoposto.

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI
Ridare dignità al merito del giudicare

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
Prima delle decisioni relative alle richieste referendarie sulla Giustizia, il Parlamento può introdurre modalità più imparziali per giudicare la carriera e le infrazioni deontologiche dei magistrati

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI
Referendum: “SI” per cambiare

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
I referendum popolari proposti in tema di giustizia, al di là una serie di imprecisioni nella loro redazione, comunque segnalano l’esigenza di riforme non limitate a risvolti marginali.

TIMING
Entro il 30.06.2022

OBIETTIVI 
Carceri: rieducare al lavoro e alle relazioni

DESCRIZIONE OBIETTIVO CON LINK A RAGIONI ANTROPOLOGICHE
Va invertito il neocentralismo che caratterizza l’attuale politica carceraria, con una rinnovata valorizzazione del ruolo che le associazioni e i corpi intermedi possono avere nel collaborare con le istituzioni penitenziarie nella rieducazione al lavoro dei detenuti, con grandi benefici in termini di aiuto alla persona, riduzione della recidiva e, con essa, della spesa carceraria

TIMING
Entro il 31.12.2022